Due Madri - il booktrailer - in libreria dal 14 aprile

lunedì 17 marzo 2008

Ancora un mese...

Manca meno di un mese all'uscita de Il Corruttore.
Accidenti se sono emozionato!
E' passato un bel po' di tempo dall'ultima volta che ho lasciato andare pagine tutte mie.
Nei quasi sette anni che sono passati dall'uscita de La notte dei sospetti sono successe molte cose. Ho lavorato a numerosi progetti come il film Gli angeli di Borsellino e al volume che ne è stato tratto; ai racconti per le raccolte Paesaggi della memoria; Duri a morire e La scelta; ai soggetti per il cinema e la tv.

Per non parlare del lavoro - quello con la L maiuscola - che si è fatto più pressante ed esigente; delle missioni all'estero sempre più numerose e di un prodotto che mi sta regalando grandi soddisfazioni: il portale http://www.agichina24.it/.
Ma mai, neppure per un istante, ho smesso di scrivere e di desiderare di farlo.
Il Corruttore è il frutto di un lavoro lungo e intenso ed è sicuramente il più complesso dei miei romanzi. Mi piace considerarlo un punto di svolta rispetto alla Notte dei sospetti e a Desidero informarla... che pure mi hanno dato grandi soddisfazioni.
Non ho mai giocato con così tanti personaggi e tutti con una storia così intensa. E mai, come con Il Corruttore, ho provato il brivido della scoperta. E' quello strano fenomeno che fa nascere dal tempestare delle dita sulla tastiera situazioni ed elementi alle quali non si era pensato e che eppure impongono la loro esistenza; rivendicano di essere narrate.
Meglio che mi fermi: viene la tentazione di svelare più di quanto si dovrebbe...

3 commenti:

kyryann ha detto...

sono casualmente naufragata su questo blog appena nato...auguri...

Rita Charbonnier ha detto...

Vedo che poi sei riuscito perfettamente ad inserire gli "Autori che bloggano": bene. Anch'io ti ho linkato, naturalmente. A presto, Ugo, e in bocca al lupo!

Anonimo ha detto...

provo a lasciare un commento ma non riesco a farlo. Caro ugo, ma questo IL CORRUTTORE può diventare un film o una piece teatrale?
Un caro abbraccio
gilberto